musica

Jessye Norman

Jessye Norman

Jessye Norman, soprano statunitense, è stata una delle poche cantanti liriche nere ad ottenere la gloria a livello mondiale.

Una fortunata carriera fuori dal comune che le ha portato ben quattro Grammy Award.

Il colore scuro della sua voce e l’estensione vocale  le hanno consentito un ampio repertorio liederistico e operistico, da Wagner a Verdi. Ha incantato interpretando i ruoli principali in opere come Carmen e Aida e si è cimentata con successo anche in altri generi, come jazz e spirituals.

Si è spesso spesa in azioni umanitarie contro la povertà, per le persone senzatetto, a favore della gioventù, delle arti e della cultura.

Nata il 15 settembre 1945 ad Augusta, una cittadina della Georgia, in epoca segregazionista, è cresciuta cantando in chiesa, sua madre era pianista e suo padre cantava nel coro.

Dopo aver vinto una borsa di studio per la Howard University di Washington dove si è diplomata in musica, si è perfezionata all’Università del Michigan, passando poi al Conservatorio Peabody  di Baltimora.

Nel 1968 ha fatto la sua prima apparizione nel National Council Concert per il Metropolitan Opera House di New York.

Ha debuttato nel 1969 come Elisabeth nel Tannhäuser di Wagner all’Opera di Berlino, ruolo che ha ricoperto più volte nei maggiori teatri del mondo.

Nel 1972 è stata Aida di Verdi al Teatro alla Scala di Milano diretta Claudio Abbado (dove è tornata più volte, negli anni) e Cassandra in Les Troyens di Berlioz alla Royal Opera House di Londra.

Tornata negli Stati Uniti, nel 1973 ha debuttato al Lincoln Center di New York. Dieci anni dopo è stata di nuovo Cassandra al fianco di Placido Domingo al Metropolitan Opera nell’ambito dei festeggiamenti per il centesimo anniversario del teatro newyorkese in cui si è esibita in oltre 80 recital.

Nel 1997, a 52 anni, è stata la persona più giovane a ricevere il Kennedy Center Honor, conferito alle persone che si sono distinte per il loro contributo all’arte e alla cultura.

Il presidente Obama l’ha premiata con la National Medal of Arts, la più alta onorificenza statunitense. Università prestigiose come Yale, Harvard e la Juilliard le hanno conferito lauree ad honorem.

Nel 2015 ha vinto il Premio Wolf per le arti nella musica.

Si è esibita in importanti occasioni pubbliche e cerimonie come l’insediamento di Reagan e Clinton a presidente degli Stati Uniti e per il sessantesimo compleanno della regina Elisabetta II.

Ha cantato La Marseillaise per la celebrazione del bicentenario della rivoluzione francese a Parigi dove le è stato conferito il titolo di Commandeur de l’ordre des Arts et des Lettres e la Legione d’Onore.

Ha eseguito la prima del ciclo di canzoni Woman life song, alla Carnegie Hall, su testi di Toni Morrison, Maya Angelou e Clarissa Pinkola Estés.

Alla sua figura si è ispirato il film francese Diva, del 1981.

Nel 1990 è stata nominata Ambasciatrice Onoraria presso le Nazioni Unite.

Si è spenta il 30 settembre 2019 a New York per complicazioni legate ad una lesione al midollo spinale risalente al 2015.

Per la sua voce, padrona di ogni sfumatura e la grande personalità era stata soprannominata Just Enormous.

In ogni sua interpretazione ha lasciato il segno di una personalità e sensibilità ammalianti.

#unadonnalgiorno

You may also like

Enya
musica

Enya

Enya è la cantante irlandese che ha riscosso più successo nel mondo, nonostante ...
Giovanna Marini
cultura

Giovanna Marini

Giovanna Marini, cantautrice e ricercatrice etnomusicale e folklorista italiana, è stata una colonna ...

Comments are closed.

More in musica

Mara Maionchi
musica

Mara Maionchi

Mara Maionchi è la produttrice discografica che, negli anni, è diventata un’amatissima protagonista ...
Carole King
musica

Carole King

Carole King, la cantautrice e compositrice di maggior successo della seconda metà del ...
Caterina Caselli
musica

Caterina Caselli

Caterina Caselli, grande protagonista della musica italiana, è un’artista che ha attraversato tempi ...