musicapioniereribelli

Raffaela Travisano, regina della musica disco

Raffaela Travisano

Raffaela Travisano è stata una delle prime e più importanti producer e discografiche di musica dance in Europa.

Nata il 29 luglio 1968 a Marburg, in Germania, da genitori italiani, è cresciuta a Bad Nauheim, una piccola città vicino a Francoforte dove la famiglia aveva un ristorante. Da sempre amante della musica di ogni genere e soprattutto talent scout, riusciva misteriosamente, quando ancora non esistevano internet e MTV, ad ascoltare per prima cantanti e band diventate famose al grande pubblico soltanto anni dopo.

Ha iniziato a lavorare nella discografia a Francoforte, nel 1992 presso l’ex CBS/Sony Germania, nella casa di distribuzione Discomania. Nel 1996 è diventata label manager della Drizzly Records, la più importante etichetta di musica trance tedesca. L’anno successivo si è trasferita a Milano dove ha aperto la sede italiana della More Music che ha prodotto artisti come Paul Van Dyk, ATB, Blank & Jones, George Morel, solo per citarne qualcuno.

Nel 2000 si è messa in proprio emancipandosi dalla casa madre tedesca e ha fondato la Wild!Entertainment.

È poi passata al mondo digitale di mTunes/Deeep a Amburgo, del 2009 di proprietà di Believe e ha gestito l’ufficio di Roma come direttrice internazionale di A&R fino al 2013.

Da sempre attaccata all’Italia, pur riconoscendone tutti i limiti in materia di produzione di musica disco, dopo un breve periodo a Riccione, ha fondato Surya Music, etichetta che ha prodotto artisti di Los Angeles come Jutty Ranx con un progetto che ha vinto due volte il Disco di Platino, e i tedeschi Milky Chance che di platino ne hanno vinti addirittura tre.

La nuova società si poneva l’obiettivo di fornire servizi a 360 gradi a artisti, etichette e aziende, soprattutto cercando di lanciare artisti esordienti e promuovendo progetti speciali come con Jan Blomqvist, LUI HILL, Fye & Fennek.

Una delle pochissime donne al mondo a fare questo lavoro a così grandi livelli, è stata nominata in importanti programmi e associazioni internazionali che favoriscono l’empowerment femminile contro ogni forma di discriminazione come Keychange e SheSaidSo

L’ultima tappa del suo continuo peregrinare alla ricerca di energie positive e luoghi ideali dove vivere e lavorare è stata Ibiza, dove si è trasferita nel 2018 e dove, accanto all’attività di discografica e talent scout, promuoveva anche eventi.

Dal 2019 scriveva per la rivista Billboard.

Una donna per le donne, ha prodotto varie dj internazionali e stava lavorando a un disco per Marjorie Biondo, cantautrice e sua compagna di fede, quando la notte tra il 13 e il 14 novembre 2021 è tragicamente scomparsa in un incidente automobilistico a Ibiza.

Raffaela Travisano è stata una donna che ha sempre osato, una donna scomoda, difficile, di quelle che decidono con la propria testa anche quando il buonsenso e tutto il resto del mondo sembrano prendere un’altra direzione. Sempre con lo sguardo volto al futuro, al cuore, amava le sfide e correre. È  caduta e si è rialzata molte volte nella sua altalenante esistenza vissuta come un giro sulle montagne russe.

Raffaela era una mia amica, ci siamo riconosciute subito molti anni fa. È stata una donna che volava alto, con una mente aperta e tanta voglia di cercare una serenità che arrancava a trovare, forse per le sue scelte, forse per la sua personalità, forse per l’anelito a  planare sempre più in alto. Aveva un’energia incredibile, starle accanto e vivere una delle sue tante avventure ti faceva sentire la coprotagonista di un film. Aveva un mondo interiore controverso e inafferrabile nonostante non avesse paura a mostrarsi fragile e questo la rendeva potente e, talvolta, un’outsider. Una donna unica, coraggiosa che non conosceva ostacoli insormontabili. Non aveva il senso il denaro e spesso neppure del quotidiano, la sua vita era glitterata e insieme hippy, minuta ma gigantesca, camminava su tacchi vertiginosi con un’inconfondibile sorriso che nascondeva sempre un ghigno, una promessa mancata di qualcosa di irraggiungibile. Ha osato, sempre. Ha danzato, sempre. Si è buttata dal dirupo della vita e delle emozioni senza paracadute e giubbotto di salvataggio e, ironia della sorte, proprio così si è conclusa la sua esistenza terrena.

Una donna indimenticabile per chi ha avuto il privilegio di incontrarla.

La sua vita è stata una grande avventura in cui non si è risparmiata nulla, il bene e il male, le stelle e l’abisso.

 

#unadonnalgiorno

You may also like

Awa Fall
attualità

Awa Fall

In un primo momento sono stata affascinata dalle melodie. Poi, quando ho iniziato ...

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in musica

Oksana Lyniv direttrice d'orchestra
cultura

Oksana Lyniv

Bisogna far diventare la musica un’immagine nella mente e nella fantasia del pubblico ...
Laurie Anderson
arte

Laurie Anderson

Laurie Anderson, che ama definirsi una narratrice di storie, è una musicista, cantante, ...
Debbie Harry
attivismo

Debbie Harry

Debbie Harry è una cantautrice, attrice e attivista statunitense arrivata al successo internazionale ...