femminismiletteratura

Maternità, quanto spaventa una donna senza figli

Sheila Heti, scrittrice canadese.

È questo, più di ogni altra cosa che ci dà un tuffo al cuore: il fatto che le donne senza figli e le madri sono equivalenti.

Eppure è per forza così: che c’è un’esatta equivalenza e un’uguaglianza, che sia, uguali nel vuoto e uguali nella pienezza, uguali nelle esperienze fatte e uguali in quelle perse.

E nessuna delle due strade è migliore o peggiore, più spaventosa o meno irta di paure.

Perché facciamo ancora bambini? Le donne devono avere i bambini perché devono essere occupate.

C’è qualcosa di minaccioso in una donna che non è impegnata coi figli.

Una donna del genere dà un senso di instabilità. Cos’altro si metterà a fare? Che razza di guai combinerà?

Sheila Heti, scrittrice canadese.

#unadonnalgiorno

You may also like

Comments are closed.

More in femminismi

Gita Sahgal
diritti umani

Gita Sahgal

Dissentire è umano. Gita Sahgal è una scrittrice, giornalista, regista e attivista per ...
Biancamaria Frabotta
femminismi

Biancamaria Frabotta

Ero considerata troppo donna, troppo femminista, troppo intelligente, troppo viscerale, troppo accademica, troppo ...
Annie Ernaux scrittrice francese
femminismi

Annie Ernaux

Annie Ernaux è forse la più famosa scrittrice francese vivente.  Nella sua carriera ...