musicastoria

Maria Malibran

Maria Malibran
Portrait at the Royal Academy of Music London. Oil on canvas, artist unknown, 19c.

Maria Malibran è stata una delle più famose cantanti liriche del XIX secolo.

Personalità tempestosa e intensità drammatica, è diventata una figura leggendaria, prima e dopo la sua morte avvenuta molto precocemente.

Componeva musica vocale da camera, notturni, romanze, canzoni e dipingeva. 

Un giornale dell’epoca scrisse di lei: “Somma cantatrice che fa diventare furibonda la folla, che mette in ruina le panche del teatro come un terremoto, un’eruzione vulcanica“.

Nacque col nome di María Felicia García Sitches a Parigi, il 24 marzo 1808 in una famiglia di musicisti spagnoli, sua madre era la soprano María Joaquina Sitches Briones e suo padre il tenore Manuel García.

Esordì a Londra, nel giugno 1825, per poi esibirsi nei principali teatri d’Europa in un repertorio basato principalmente sulle opere di Rossini, Bellini e Donizetti, imponendosi soprattutto come ideale interprete romantica.

Di lei Rossini disse: “Celebre compositrice, Cantatrice, Suonatrice, Pittrice, Fiorista, Sartrice, Declamatrice, Danzatrice“.

Cantò anche negli Stati Uniti, dove conobbe il suo primo marito, Eugène Malibran un banchiere francese che sposò a New York e di cui mantenne il cognome, anche dopo la separazione.

Successivamente sposò il violinista e compositore belga Charles Auguste de Bériot, da cui ebbe un figlio.

Nota per le sue stravaganze, quando si esibiva a Venezia usava recarsi a teatro in una gondola grigia con interni oro e scarlatto, accompagnata da un conducente che indossava un costume dai colori sgargianti che aveva disegnato ella stessa.

Ammirata per la notevole potenza e flessibilità della sua voce e per il suo grande talento interpretativo, il suo repertorio conta complessivamente una trentina di opere.

Dopo una caduta da cavallo, seppur gravemente ferita, rifiutò le cure mediche, continuando a esibirsi, fino a quando le sue condizioni peggiorarono talmente che la condussero alla morte, dopo una settimana di agonia, il 23 settembre 1836 a Manchester, aveva solo 28 anni.

Dotata inizialmente di una voce di contralto scura, calda e tonda, studiò talmente tanto da acquisire il controllo di una vocalità poliedrica dal volume e agilità ragguardevoli che le permise di alternare ruoli di contralto, mezzosoprano, soprano di bravura e persino da tenore.

Celebrata dalle maggiori personalità del tempo, è stata una donna audace e impegnata, dal carattere controverso e volitivo e un grande esempio di generosità. Venezia le intitolò addirittura un teatro per ringraziarla del suo gesto di aver rinunciato al suo compenso per ristrutturare l’edificio diventato fatiscente. Era il 1835 e aveva trionfato in un’interpretazione magistrale de La sonnambula.

Nella sua breve esistenza è riuscita a raggiungere una fama senza precedenti, a incantare le platee, suscitando manifestazioni di fanatismo che, per la prima volta nella storia della musica, raggiunsero forme di isteria collettiva simili a quelle delle moderne popstar.

#unadonnalgiorno

You may also like

Peaches
lgbtq+

Peaches

Peaches, musicista e produttrice canadese di stanza a Berlino, già alla fine degli ...
Karol G
musica

Karol G

Karol G è la cantautrice colombiana di reggaeton e latin trap che sta ...

Comments are closed.

More in musica

Loredana Bertè
icone

Loredana Bertè

Loredana Bertè è la nostra cantante più anticonformista e dissacrante. La regina del ...
BigMama
attualità

BigMama

Non ricordo un solo giorno della mia adolescenza in cui non sono stata ...
Dua Lipa
musica

Dua Lipa

Dua Lipa è una musicista da record. Tra le artiste più influenti e ...
Ana Tijoux
musica

Ana Tijoux

Ana Tijoux, cantautrice e attivista femminista è l’autrice del rap Cacerolazo! che nel ...