esempiresistenzastoria

Emma Fighetti, “la sarta” della Resistenza

Emma Fighetti la sarta della Resistenza

Preparavo la colla con acqua e farina e la distribuivo ai ragazzini che dovevano affiggere sui muri i volantini contro i fascisti.

In tanti sono sfuggiti alla cattura passando attraverso il solaio di casa mia.

Erano giovani che non volevano essere reclutati nell’esercito o partigiani braccati.

Ero una sovversiva.

Un paio di volte ho rischiato di essere arrestata e allora sì, ho avuto un po’ di paura.

Emma Fighetti, chiamata “la sarta” della Resistenza perché il suo laboratorio era diventato una base per l’attività antifascista e antinazista.

Nata a Premeno, in Piemonte nel 1911 da una famiglia contadina, si era trasferita a Milano, col marito operaio. Lavorò in una fabbrica di vernici il cui proprietario, ebreo, fuggì a causa delle leggi razziali volute da Mussolini. Successivamente, si dedicò all’attività di sarta.

Dopo l’8 settembre si impegnò con altre donne di Baggio nella lotta antifascista. Diede rifugio alle persone ricercate, portò messaggi ai partigiani e nelle fabbriche, nascose materiale di propaganda, volantini, cucendo fazzoletti e bandiere rosse. Nacque, da questa attività pericolosa e esaltante, uno stretto rapporto di amicizia con altre donne semplici e coraggiose destinato a durare anche dopo la Liberazione.

Nel 2016 il Ministero della Difesa le conferì medaglia e diploma di partigiana. In quell’occasione, Emma Fighetti, si era messa a ballare e a cantare Bella ciao.

È rimasto alla storia il comizio che tenne dalla finestra della Casa del Popolo di Baggio, subito dopo la Liberazione.

Con i ‘Gruppi difesa della donna’ fece un corteo, in bicicletta, avvolta da una bandiera rossa ricavata da pezzi di stoffa del suo laboratorio.

È morta a Milano il 6 giugno 2019, aveva 108 anni.


#unadonnalgiorno

You may also like

Biki
moda

Biki

Biki è stata una importante imprenditrice della moda che ha contribuito a lanciare ...

Comments are closed.

More in esempi

Alda Costa
esempi

Alda Costa

La scuola rappresenta il mezzo più adatto per formare le coscienze delle classi ...