attivismoumanità

Pia Klemp

Pia Klemp

Non vedo il salvataggio in mare come un’azione umanitaria, ma come parte di una lotta antifascista.

Pia Klemp è l’attivista capitana della nave Louise Michel, che soccorre le persone migranti in difficoltà nel Mar Mediterraneo.

Precedentemente aveva lavorato sulla Iuventa e sulla Sea-Watch 3.

Nata il 10 ottobre 1983 a Bonn, in Germania, ha studiato biologia marina e partecipato a diversi progetti di conservazione della natura in Germania, Tailandia e Indonesia. 

Nel 2011 è entrata a far parte dell’organizzazione per la conservazione della fauna marina Sea Shepherd dove ha ricoperto varie posizioni a bordo delle sue navi prima di ottenere la licenza di capitana. In sei anni ha preso parte a numerose missioni tra cui le Operazioni Relentless e Milagro.

Il 9 giugno 2015 ha fondato l’organizzazione Aquascope eV, per sviluppare e utilizzare tecnologie di sorveglianza per contrastare la pesca illegale e non regolamentata. 

Nel 2017 è passata alle operazioni di salvataggio delle navi nel Mar Mediterraneo, comandando la Iuventa dell’organizzazione tedesca Jugend Rettet in due missioni, fino a quando la nave è stata sequestrata dalle autorità italiane il 2 agosto 2017 con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e collaborazione con i trafficanti di esseri umani. Il procedimento è ancora in fase dell’udienza preliminare e Pia Klemp rischia una condanna a 20 anni di carcere.

Da novembre 2017 è stata responsabile delle prime quattro missioni di salvataggio della Sea-Watch 3 a cui, le autorità maltesi hanno impedito di lasciare i loro porti da giugno a ottobre 2018.

Ha scritto diversi libri su viaggi, salvataggi e morti in mare.

Il 1 marzo 2019 ha ricevuto il Clara Zetkin Women’s Award. Il 10 maggio 2019, insieme all’equipaggio della Iuventa è stata insignita del Premio svizzero Paul Grüninger. Nel luglio dello stesso anno, era stata insignita, insieme a Carola Rackete, della Medaglia Grand Vermeil, il massimo riconoscimento della Città di Parigi, per aver salvato le persone migranti in mare, come simboli della solidarietà per il rispetto della vita umana. Pia Klemp ha rifiutato il premio, rilasciando una dichiarazione in cui criticava il governo parigino per le proprie azioni in un comunicato rivolto alla sindaca socialista Anne Hidalgo, in cui ha sostenuto: mi volete decorare per la mia azione di solidarietà nel Mar Mediterraneo, mentre la vostra polizia ruba le coperte delle persone costrette a vivere per strada, mentre sopprimete le manifestazioni e criminalizzate le persone che difendono il diritti dei migranti e dei richiedenti asilo. Sono sicura che non sarà sorpresa del mio diniego. Ciò di cui abbiamo bisogno sono libertà e diritti. Non sentiamo la necessità di “ipocriti onori” ma di giustizia sociale.

Le è stata anche dedicata una canzone da un gruppo rock tedesco dal titolo Ein Mensch mehr auf dem Meer (Un altro essere umano in mare) interpretata da diversi artisti e artiste per sostenere il suo processo e a tale scopo, è stata creata anche una birra, chiamata ” Pia-Bier ” nella sua città natale di Bonn.

Poco tempo dopo l’artista e attivista britannico Banksy ha deciso di finanziarle l’acquisto di una nave che porta il nome dell’anarchica femminista francese Louise Michel, di cui è diventata comandante. La prima missione è partita in gran segreto da un porto spagnolo, nell’agosto 2020.

Dipinta di rosa acceso e con un’opera d’arte firmata da Banksy raffigurante una giovane ragazza avvolta in giubbotto di salvataggio con una boa di sicurezza a forma di cuore, la nave di 31 metri, è più piccola ma molto più veloce delle altre imbarcazioni di soccorso appartenenti alle ONG.
Un progetto femminista che vede una squadra composta da sole donne che hanno già prestato servizio di soccorso in operazioni di recupero.

#unadonnalgiorno

You may also like

Maryse Condé
attivismo

Maryse Condé

Maryse Condé è stata la scrittrice, giornalista, accademica e drammaturga che ha, più ...
Pink
attivismo

P!nk

P!nk è lo pseudonimo di Alecia Beth Moore, camaleontica musicista statunitense che ha ...

Comments are closed.

More in attivismo

Janet Mock
attivismo

Janet Mock

Janet Mock, giornalista, scrittrice e attivista transgender, è stata inclusa tra le 100 ...