attivismoattualitàfemminismigiornalismo

Quando sono diventata femminista. Claudia Sarritzu

Claudia Sarritzu, femminista, scrittrice, giornalista, autrice e conduttrice di programmi radiofonici.
Sono diventata femminista il giorno in cui ho abbandonato la pigrizia mentale di accettare il mondo come è, e ho deciso di mettermi in discussione.
Quando ho iniziato a chiedermi se nelle battute scherzose che facevo io stessa, o nei giornali che leggevo, ci fossero concetti sessisti.
Sono diventata femminista per strada, camminando in mezzo ai manifesti pubblicitari, parlando con amici, fidanzati, genitori e insegnanti.
Analizzando i miei giudizi personali sulle altre donne.
È successo quando ho capito che il femminismo è resistenza, un vero e proprio fronte, e che gli uomini non sono il male, nella stragrande maggioranza.
Il male sta nella nostra cultura maschilista.
C’è stato un momento in cui ho capito che il femminismo del terzo millennio doveva passare per necessità da una rivoluzione linguistica.
Le parole costruiscono il pensiero.
Certo, il femminismo di oggi non è quello di ieri, ha da intraprendere battaglie diverse con strumenti diversi.
E soprattutto deve compiere più di prima questa rivoluzione insieme ai maschi.
Credo che ci libereremo della cultura maschilista quando convinceremo i maschi che la nostra libertà non è una minaccia per loro.
Bisogna prendere per mano le nostre figlie ma anche i nostri figli in questo lungo e faticoso percorso, altrimenti creeremo l’effetto che ho raccontato sopra e cioè ragazzi che si sentono attaccati in quanto uomini e che odieranno ancora di più le donne in quanto donne.
Come riuscire in questo?
Cambiando le parole che ci raccontano.

Claudia Sarritzu, femminista, scrittrice, giornalista, autrice e conduttrice di  programmi radiofonici.

#unadonnalgiorno

You may also like

Rupi Kaur
attualità

Rupi Kaur

Rupi Kaur ha rivoluzionato la letteratura contemporanea realizzando un’impresa apparentemente impossibile: far diventare ...

Comments are closed.

More in attivismo