attivismofemminismiIspirazioni

Reshma Saujani

Reshma Saujani

Insegnate alle ragazze a essere coraggiose, non perfette.

Reshma Saujani avvocata e politica statunitense che viene considerata una delle donne più influenti al mondo.

Nel 2012 ha fondato Girls Who Code, una no-profit pluripremiata che lavora per colmare il gender gap nella tecnologia e che ingloba 40mila ragazze di 42 paesi.

Ha ideato il Piano Marshall per le mamme, movimento nazionale che pone le donne al centro della ripresa economica per creare un cambiamento culturale radicale che valorizzi il loro lavoro invisibile e non retribuito e che consenta di lavorare e avere figli. Si batte per il congedo familiare pagato, assistenza all’infanzia a prezzi accessibili e equi salari.

Nel 2015 è stata inserita nella lista 40 Under 40 della rivista Fortune.

È nata nell’Illinois il 18 novembre 1975, da genitori indiani del Gujarat che si erano stabiliti a Chicago dopo essere stati espulsi dall’Uganda dal dittatore Idi Amin.

Laureata in Scienze Politiche e Comunicazione Pubblica, ha conseguito un master a Harvard e un dottorato in giurisprudenza a Yale.

Nel corso della sua carriera ha lavorato presso vari studi legali e di management.

Ha fatto parte del National Finance Board per Hillary Clinton durante la campagna per la presidenza del 2008. Dopo le primarie, è stata nominata vicepresidente della delegazione di New York alla Convention nazionale democratica di Denver.

Collabora anche con varie importanti testate e emittenti statunitensi.

Ha sfidato, perdendo, la rappresentante democratica in carica Carolyn Maloney alle elezioni della Camera del 2010, nonostante avesse avuto il sostegno di personalità importanti nel mondo della comunicazione e della politica.

Nel 2013 si è candidata per il ruolo di New York Public Advocate nel 2013, arrivando terza alle primarie democratiche.

Reshma Saujani ha lavorato con il senatore del Nevada alla stesura di leggi per incoraggiare gli stati a segnalare i dati sulla diversità di genere nella tecnologia nello sforzo di contribuire a colmarne il divario.

È stata protagonista della sessione di apertura della Conferenza dell’American Library Association 2017, parlando a sostegno dei programmi rivolti alle ragazze che si orientano verso le professioni informatiche.

I suoi contributi sono richiesti in tutto il mondo, dalle principali aziende tecnologiche alle università e associazioni di categoria internazionali. Parla di argomenti che riguardano il divario di genere in tecnologia, donne e leadership, difesa, genere e nuove generazioni.

Autrice del best seller Brave, not Perfect, ispirato al suo famosissimo TED Talk che è stato fonte d’ispirazione per migliaia di donne. Il libro, attingendo dalla sua esperienza personale e raccontando storie di donne che cambiano il mondo con atti coraggiosi, condivide una serie di potenti intuizioni e pratiche per prendere in mano la propria esistenza e rendere il coraggio un’abitudine di vita che la renda più grande, più audace e più gioiosa.

La sua ultima fatica è Pay up. The future of women and work in cui affronta la “grande bugia” del femminismo aziendale, presentando un piano audace per affrontare il burnout e le ingiustizie che danneggiano le lavoratrici.

#unadonnalgiorno

You may also like

Maria Mies
cultura

Maria Mies

Maria Mies, scrittrice e attivista, è stata tra le prime pensatrici e interlocutrici ...

Comments are closed.

More in attivismo

Estela Barnes de Carlotto
attivismo

Estela Carlotto

Estela Carlotto è la presidente delle Abuelas de Plaza de Mayo, organizzazione nata per ...