attualitàmoda

Hind Lafram. La prima stilista Made in Italy per donne musulmane

Hind Lafram

Ho sentito l’esigenza di un abbigliamento che coniugasse il mio essere italiana con il mio essere musulmana.

Hind Lafram, imprenditrice e stilista, ha creato il primo brand Made in Italy per abiti pensati per le donne musulmane.

Nata a Casablanca in Marocco nel 1995 si è trasferita a Torino nel 1998.

Ha iniziato a indossare il velo quando aveva tredici anni, a insaputa dei suoi genitori.

Si è diplomata con successo alla scuola di moda, mentre era a scuola si portava avanti scucendo e ricucendo abiti, tanta era la foga di imparare prima possibile.

Partendo dalle sue esigenze di giovane donna che ama la moda e che vuole vestire secondo i dettami della religione islamica, quindi con abiti che non svelano le forme e non siano trasparenti, ha cominciato a confezionare capi che potessero conciliare il fatto di portare il velo e vestirsi con l’eleganza e lo stile italiano.

Quando ha iniziato a vendere le sue creazioni su  internet ha constatato che sono tantissime le donne musulmane in Italia che vogliono vestirsi bene.

È diventata, così, in breve tempo, una delle prime imprenditrici italiane di modest fashion (tendenza nata in Medio Oriente che vuole coniugare moda e rispetto delle leggi coraniche).

Nel 2017, a Torino, ha fondato la società Modest Fashion Italia SRL e depositato il marchio Hind Lafram, il suo nome per identificare il suo lavoro.

La sua è una moda contro i pregiudizi, le sue collezioni costituiscono un messaggio contro le discriminazioni e le oppressioni imposte dalla società alle donne di qualsiasi credo.

Disegna abiti eleganti per cerimonie e anche capi casual e sportivi per nuoto, equitazione, corsa, tennis…

Il suo lavoro è trasversale e va bene per tutte le donne. Crea burkini indossati anche da coloro che hanno problemi di pelle o desiderano proteggersi dai raggi UV. Così come veli e turbanti per donne che fanno la chemioterapia e vogliono indossare copricapo eleganti per sentirsi a loro agio dopo la perdita dei capelli.

Attenta alla sostenibilità, usa tessuti italiani e crea completi i cui elementi si possono interscambiare per rispondere alle diverse esigenze, giorno e sera.

Il suo obiettivo principale è creare connessioni per permettere l’interazione e integrazione grazie all’abbigliamento.

Un messaggio indiretto per mostrare per davvero cosa è la donna musulmana che fa sport e vive una vita come tutte le altre senza privarsi di nulla, come, a torto, spesso si crede.

Ama utilizzare colori sobri e tessuti morbidi per uno stile che è assolutamente italiano e non concepito per il mercato estero.

In suo celebre TedTalk del 2019 ha raccontato di come soltanto l’11% delle sue produzioni sono acquistate dalle donne musulmane, il restante va a tutte coloro che desiderano vestire in modo morbido e confortevole.

Anche se vari importanti brand hanno disegnato una collezione ad hoc per le musulmane, i suoi modelli vanno oltre, si adattano alle diverse tipologie di volti e corpi, cercando di rispondere a tutte le esigenze.

La moda per Hind Lafram è attivismo, inclusione, rottura delle barriere e conoscenza, strumenti utili per una civile convivenza.

 

#unadonnalgiorno

You may also like

Erykah Badu cantautrice statunitense
attivismo

Erykah Badu

Erykah Badu cantautrice e attrice statunitense, è una delle artiste più rappresentative nella ...

Comments are closed.

More in attualità

Chelsea Manning
attivismo

Chelsea Manning

Chelsea Manning, attivista transgender è una delle whistleblower più importanti della storia degli ...
Paola Egonu campionessa di volley
attualità

Paola Egonu

Paola Egonu, campionessa di pallavolo, orgoglio dello sport nostrano, è una delle giocatrici ...