attivismoesempiIspirazionimartiriistoriaumanità

Viola Liuzzo, la prima donna bianca martire del Movimento per i Diritti Civili dei neri d’America

Viola Liuzzo, la prima donna bianca martire del Movimento per i Diritti Civili dei neri d’America

Non posso starmene seduta a guardare la mia gente soffrire“.

Viola Liuzzo, la prima donna bianca martire del Movimento per i Diritti Civili dei neri d’America, aveva 39 anni e cinque figli.

Viola Liuzzo è stata assassinata dal Ku Klux Klan, il 25 marzo del 1965 nella sua macchina, mentre accompagnava un giovane attivista nero all’aeroporto dopo la storica marcia di Selma, in Alabama.

La marcia aveva visto 25.000 persone arrivare da tutti gli Stati Uniti per difendere il diritto al voto degli afroamericani.

Quando la macchina si era fermata a un semaforo venne affiancata da un’auto, piena di membri del Ku Klux Klan.

Una donna bianca e un giovane uomo nero.

Vennero inseguiti e sparati.

Viola Liuzzo fu uccisa da un proiettile in testa; lui, coperto dal suo sangue, si finse morto.

Molti leader dei diritti civili, tra cui Martin Luther King, parteciparono al funerale della donna, per renderle omaggio.

I quattro membri del Ku Klux Klan vennero arrestati; uno però era un informatore dell’FBI.

I tre vennero giudicati colpevoli in un processo federale e condannati a dieci anni di prigione.

Viola aveva sfidato le convenzioni sociali più sacre dell’America degli anni Sessanta, lasciando marito e figli per unirsi alla lotta degli afroamericani.

La macchina del fango fu brutale contro di lei.

Ma la storia è stata dalla sua parte e oggi resta una delle più gloriose figure del Movimento.


#unadonnalgiorno

You may also like

Kathrine Switzer prima iscritta alla maratona di Boston
sfide

Kathrine Switzer

Sapevo che se avessi smesso, nessuno avrebbe mai creduto che le donne avevano ...
Lea Garofalo
esempi

Lea Garofalo

Lea Garofalo, collaboratrice di giustizia che ha avuto il coraggio di testimoniare sulle ...

Comments are closed.

More in attivismo