attivismodiritti umaniscienza

Svetlana Gannushkina

Svetlana Gannushkina attivista russa

La guerra al centro d’Europa è l’ennesima conseguenza del lungo rifiuto della Russia di proteggere diritti e libertà fondamentali dei suoi cittadini, uno Stato che viola diritti umani all’interno dei confini presto o tardi diventa una minaccia per la pace internazionale. I cittadini russi coinvolti nell’operazione militare sul territorio ucraino sono complici di crimini di guerra e loro stessi muoiono. Il nostro obiettivo è aiutarli a evitarlo, facendo leva sulla Costituzione e sulla legge russa, e assistere chiunque sia illegalmente forzato a partecipare alle ostilità.

Questo è l’incipit del manifesto pacifista russo che si batte contro il conflitto del Cremlino contro l’Ucraina.

Una sua eminente firmataria è Svetlana Gannushkina, matematica e attivista per i diritti umani candidata al premio Nobel per la Pace nel 201o.

Nata il 6 marzo 1942 a Mosca, si è laureata presso la Facoltà di Meccanica e Matematica dell’Università Statale di Mosca dove. per molti anni. è stata docente.

Dal 1990, quando sono scoppiati i conflitti nei paesi dell’ex Unione Sovietica, il suo attivismo si è  focalizzato sull’aiuto alle persone rifugiate e vittime di guerra.

Ha contribuito a fondare il Comitato di Assistenza Civica, una ONG che si batte per i diritti umani, con particolare riguardo alle persone immigrate. Nel 2015, il governo russo ha etichettato l’organizzazione come agente straniero, soggetta a maggiori restrizioni e controlli.

Svetlana Gannushkina ha anche fatto parte del Consiglio presidenziale per la società civile e i diritti umani fino al 2011.

È stata nel direttivo del Memorial, organizzazione nata nel 1989 per dare giustizia alle vittime del regime comunista e scavare verità seppellite, liquidata definitivamente dal tribunale di Mosca il 22 marzo 2022.

Fa parte del comitato di Yabloko, Partito Russo Democratico Unito che sta all’opposizione e propugna un sistema economico sociale, concorrenza leale in politica e finanza e rispetto delle differenze e delle pari opportunità.

È stata insignita di numerose onorificenze internazionali, tra cui il Premio Right Livelihood 2016, definito il Premio Nobel alternativo, per il suo impegno decennale nella promozione dei diritti umani e della giustizia per i rifugiati e i migranti forzati, e la tolleranza tra i diversi gruppi etnici“.

Svetlana Gannushkina, allo scoppio dell’invasione della Russia in Ucraina, è stata tra le undici persone dell’intellighenzia dissidente firmatarie del manifesto contro l’imposizione della leva obbligatoria. Hanno costituito un nuovo Consiglio contro la guerra che offre assistenza legale a chi  rifiuta di arruolarsi e alle famiglie delle vittime, richiedendo al Ministero della Difesa cifre veritiere sul numero di morti sul suolo ucraino, informazioni sul trasferimento dei corpi alle famiglie e sul rilascio e scambio dei prigionieri. 

Le proteste contro la guerra, Net voine, hanno avuto come conseguenza l’arresto e la persecuzione di migliaia di attivisti e attiviste firmatarie di lettere aperte e petizioni.  

 

#unadonnalgiorno

You may also like

Rosa Rubino
attivismo

Rosa Rubino

Rosa Rubino, attivista transgender che dopo una vita complicata, ha trovato la forza ...

Comments are closed.

More in attivismo

Mia Farrow
attivismo

Mia Farrow

Mia Farrow, attrice statunitense che ha recitato in più di 50 film e ...
Vandana Shiva
attivismo

Vandana Shiva

Quando diciamo di voler mettere fine alla povertà dobbiamo mettere fine ai sistemi ...