culturamoda

Zandra Rhodes

Zandra Rhodes

Le persone hanno paura di osare con i colori. A me invece trasmettono leggerezza e allegria.

Zandra Rhodes, principessa del Punk,  stilista simbolo della rottura degli schemi, della rivoluzione del costume e della moda, è una vera e propria leggenda.

Nota per i particolarissimi tessuti lavorati, per l’uso di stoffe esotiche, di motivi art déco e a zig zag, si può definire, senza remore, ambasciatrice del massimalismo più festoso.

Ha vestito star e reali come Lady Diana Spencer, Freddie Mercury, Debbie Harry, Diana Ross e, nel 2014, è stata nominata Dama Comandante dell’Impero Britannico dalla Regina Elisabetta II.

Il suo nome è anche legato alla carriera dei Queen che, grazie a lei e alla sua grande amicizia con Freddie Mercury, hanno adottato il look originale e fuori dagli schemi dei primi tour.

Nata a Chatham, il 19 settembre 1940, figlia di una sarta, si è laureata al Royal College of Art di Londra. Dall’inizio della sua carriera ha creato stampe e tessuti non convenzionali per l’epoca definiti “oltraggiosi” dai produttori tessili britannici che osteggiavano la sua ricerca di lavoro.

Nel 1967 ha aperto un negozio insieme alla stilista Sylvia Ayton. Due anni dopo, ha lanciato la sua prima collezione presentata a New York, uno dei suoi capi è finito sulla copertina di Vogue America, e da allora la sua carriera è decollata. I suoi abiti, di cui disegnava a mano le fantasie, hanno fanno rapidamente il giro del mondo, conquistando personalità influenti e del mondo dello spettacolo.

Pioniera del glam, si è sempre contraddistinta per l’uso spregiudicato del colore e la fantasia esplosiva. È stata la prima stilista a presentare, nel 1977, una collezione punk.  

La sua creatività non si è fermata agli abiti, nel 1976 ha disegnato la sua prima linea di arredamento e nel 1995 ha fondato uno studio di interior design in California.

Nel 2003 ha dato il via alla sua più grande avventura: la fondazione del Fashion and Textile Museum di Londra a cui ha donato tremila suoi modelli e che oggi ospita esposizioni di moda delle stiliste e stilisti più celebri del mondo.

Nel 2019 ha firmato una collezione limitata per IKEA, ispirata alle vistose stampe e alle accese combinazioni cromatiche che caratterizzano il suo stile.

Nel corso della sua lunga carriera, Zandra Rhodes ha vinto numerosi premi per il suo contributo all’industria della moda, tra cui il Daytime Emmy Award per Outstanding Individual Achievement in the Performing Arts – Costume Design 1979 Designer of the Year nel 1972 e il Walpole British Luxury Legend Award 2019. 

Nel 2019 ha festeggiato 50 anni di attività nel mondo della moda con una mostra, al Fashion and Textile Museum intitolata 50 Years of Fabulous e un libro che è una retrospettiva sui suoi lavori pubblicato dall’università di Yale.

Zandra Rhodes è una vera e inconfondibile icona fashion, ha creato uno stile preciso con fantasia e creatività e ancora oggi domina le scene coi suoi capelli fucsia, il make up eccessivo, i colori, le stampe, l’allegria kitsch e bohémienne che la contraddistingue.

#unadonnalgiorno

You may also like

Comments are closed.

More in cultura

Radia Perlman
cultura

Radia Perlman

Radia Perlman, informatica statunitense, tra le maggiori esperte mondiali di software design e ...