iconemusicaspettacolo

Diana Ross

Diana Ross

Cantante, attrice e produttrice, Diana Ross è una grande diva che, sin dagli anni sessanta, calca i palcoscenici di tutto il mondo.

Con oltre 100 milioni di dischi venduti è l’unica artista ad aver avuto un singolo al numero uno in classifica come parte di un gruppo, da solista, in duetto con altri artisti, come parte di un trio e come parte di un super gruppo per la sua partecipazione al progetto USA for Africa.

Ha ricevuto ben due stelle nella Hollywood Walk of Fame, una come parte della band The Supremes e una come solista. Tra gli innumerevoli riconoscimenti, ha ricevuto uno Special Tony Award, un Kennedy Center Honors, un Grammy Award alla carriera e la Medaglia Presidenziale della Libertà nel 2016 consegnatale da Barack Obama.

Nata a Detroit il 26 marzo 1944, sua madre era un’insegnante e il padre un ex soldato dell’esercito che lei ha conosciuto solo alla fine della seconda guerra mondiale, quando è tornato dal fronte. I due, dopo un matrimonio burrascoso, si sono lasciati quando Diana era ancora una ragazzina.

Ha studiato in una scuola tecnica e, nonostante facesse la commessa per arrotondare, si è diplomata un semestre prima dei suoi compagni di classe.

Il successo è arrivato negli anni sessanta quando è diventata la frontwoman del gruppo vocale Supremes, uno dei più prolifici di tutti i tempi, con dodici singoli arrivati al vertice della classifica statunitense.

Nel 1969 ha pubblicato l’album Diana Ross Presents the Jackson 5, in cui ha introdotto il debutto artistico dei Jackson Five, il gruppo di Michael Jackson e i suoi fratelli e sorelle.

Con un concerto chiamato Farewell tenuto a Las Vegas nel gennaio del 1970, si è separata definitivamente dalle Supremes per iniziare la sua lunga e fortunata carriera solista.

Ha firmato un contratto con la Motown e pubblicato il suo primo album Diana Ross, il cui singolo Ain’t No Mountain High Enough ha subito scalato le classifiche statunitensi.

Nel 1972 ha debuttato al cinema interpretando Billie Holiday nel pluripremiato film La signora del blues, sua anche la apprezzata colonna sonora che ha venduto oltre due milioni di copie, rimasta in hit parade per ben 54 settimane rendendola la prima cantante pop a portare al primo posto delle classifiche USA un album di blues e jazz.

Donna dai tanti primati, nel marzo 1976 è stata la prima cantante della storia a esibirsi via satellite da Amsterdam, per la giuria degli Oscar eseguendo Do You Know Where You’re Going To, brano contenuto nel film film Mahogany che aveva avuto la nomination agli Oscar e venduto oltre un milione di copie in poche settimane.

A settembre dello stesso anno, la rivista Billboard l’ha nominata “la più grande artista femminile del XX secolo“.

Il suo LP di maggior successo, Diana, ha visto la luce nel 1980, consegnando alla storia della musica di ogni tempo singoli come Upside Down e I’m Coming Out, acclamato inno della comunità Lgbtq+, che le hanno fatto ottenere decine di dischi d’oro e di platino.

Tanti altri sono stati i dischi di successo e le  prestigiose collaborazioni.

Alla fine del 1981 ha lasciato la Motown per la RCA  con un contratto record, per l’epoca, di venti milioni di dollari. Ha fondato diverse società per gestire gli affari e le finanze sue e di altri artisti, di management, di produzioni televisive e teatrali e anche di prodotti di moda e cosmetici.

Nel 1982 la canzone Endless Love ha ottenuto la nomination agli Oscar e le è stata dedicata la stella sull’Hollywood Walk of Fame.

Il 21 luglio 1983, a Central Park, New York, ha tenuto, davanti a 400.000 persone il primo concerto pubblico all’aperto trasmesso in mondovisione, il più visto nella storia delle tv statunitense.

Nel gennaio 1985 ha partecipato alla registrazione della canzone che più di tutte ha rappresentato il decennio, We Are the World.

Per tutti gli anni ’80 e ’90 ha continuato a scalare i vertici delle classifiche mondiali e vincere dischi di platino esibendosi in tutto il pianeta.

Il 23 dicembre 1992 ha tenuto il concerto, Christmas in Vienna, assieme a Plácido Domingo e José Carreras, l’omonimo CD ha venduto oltre un milione di copie nel mondo.

Nell’anno 1993 si è esibita alla cerimonia di insediamento di Bill Clinton alla Casa Bianca, ha ricevuto il premio Global Youth Forum Award all’ONU e il Guinness dei primati l’ha dichiarata l’artista di maggior successo del XX secolo per il numero di dischi (circa 150) presenti nelle classifiche inglesi e statunitensi.

Per i suoi 30 anni di carriera, è stata pubblicata la raccolta di successi, One Woman – The Ultimate Collection che, nella sola Gran Bretagna, ha venduto oltre un milione di copie, ottenendo quattro dischi di platino.

Nel 1994 è stata insignita della cittadinanza onoraria di Cannes, le è stato conferito il titolo di commendatrice per le Arti e le Scienze e ha inaugurato i mondiali di calcio con un grande concerto di apertura.

Il 9 aprile 1998 si è esibita in Sudafrica davanti al presidente Nelson Mandela che l’ha poi ricevuta privatamente.

Nel 2000 è stato trasmesso il documentario Divas 2000: A Tribute to Diana Ross, a cui hanno partecipato celebrità del calibro di Donna Summer, Mariah Carey, Destiny’s Child,  RuPaul e Faith Hill che l’hanno omaggiata cantato le sue canzoni.

Dopo la tragedia dell’undici settembre, ha cantato God Bless America allo Shea Stadium di New York.

Numerosi sono stati i premi ricevuti per il suo impegno umanitario e artistico. Una diva leggendaria che ha avuto anche la sua bambola Mattel, disegnata da Bob Mackie.

Nel 2004 è stata l’unica donna nera presente nella lista delle donne più glamour di tutti i tempi, stilata dalla rivista Harper’s Bazaar.

L’anno successivo, ha partecipato al concerto televisivo Tsunami aid: a concert of hope, per raccogliere fondi a favore delle vittime dello tsunami in Asia e ha ricevuto la cittadinanza onoraria della città di Parigi.

Nel gennaio 2007 è uscito il film Dreamgirls, ispirato alla sua vita e alla storia con The Supremes, in cui è stata interpretata da Beyoncè. Nel mese di febbraio si è esibita al Muhammad Alì Humanitarian Award, per raccogliere fondi a favore della lotta contro il Parkinson.

Nel 2012 ha ricevuto il Grammy alla carriera.

Nel 2013 la rivista People l’ha messa al primo posto nella classifica dei 100 artisti più pagati al mondo.

Nel 2021, dopo 15 anni dall’uscita di un disco inedito, è tornata in scena con il singolo Thank You, che anticipava l’album omonimo.

Diana Ross è una delle dive più amate, imitate, discusse, pagate.

Le sue canzoni sono state interpretate dalle più note cantanti da Mariah Carey a Whitney Houston, donna dai tanti primati, ha ispirato intere generazioni di musiciste, è stata la prima artista nera con un reale potere contrattuale.

Una vita costellata di successi, impegni, premi di ogni natura. Icona gay per antonomasia, ha avuto anche cinque figli e figlie e ancora oggi, sembra non voler arrestare la sua ascesa sfavillante.

#unadonnalgiorno

You may also like

Chiara Civello
musica

Chiara Civello

Chiara Civello è una raffinata cantautrice, compositrice e polistrumentista apprezzata in tutto il ...
Gianna Nannini
musica

Gianna Nannini

Gianna Nannini, cantautrice e musicista è, senza alcun dubbio, la regina del rock ...
Cher
cinema

Cher

Cher, cantante e attrice, icona e leggenda vivente, dagli anni Sessanta, ammalia per ...

Comments are closed.

More in icone

Isadora Duncan
danza

Isadora Duncan

Se cerchiamo la vera fonte della danza, se ci rivolgiamo alla natura, allora ...
Loredana Bertè
icone

Loredana Bertè

Loredana Bertè è la nostra cantante più anticonformista e dissacrante. La regina del ...
Adelaide Ristori
arte

Adelaide Ristori

Adelaide Ristori è stata l’attrice italiana più famosa e influente dell’Ottocento. Un fenomeno ...