attualitàscienza

Maria Elena Bottazzi

Maria Elena Bottazzi
Maria Elena Bottazzi è la scienziata che ha lavorato per debellare la pandemia da Covid-19 nei paesi più poveri.
Ha sviluppato Corbevax, un vaccino non brevettato poco costoso, efficace e facile da produrre. Per questo è candidata al Nobel per la Pace insieme al collega Peter Hotez.

Nata nel 1966 a Genova, la scienziata è figlia di un diplomatico dell’Honduras, paese in cui si è trasferita quando aveva 8 anni. Ha poi continuato a vivere negli Stati Uniti dove co-dirige il Vaccine Development Center presso il Texas Children’s Hospital e la Baylor School of Medicine, due istituzioni private senza scopo di lucro a Houston

La sua passione per la biologia è nata durante gli anni del liceo. Ha studiato alla National Autonomous University of Honduras, studiando microbiologia e chimica clinica.

Dopo la laurea, ha conseguito un dottorato in immunologia molecolare e patologia sperimentale all’Università della Florida, un post-dottorato in biologia cellulare all’Università di Miami e un altro in microbiologia e immunologia all’Università della Pennsylvania.

Il suo interesse primario riguarda i vaccini, la loro creazione e la loro efficacia. 

Con lo scoppio della pandemia di Covid-19, insieme allo scienziato e pediatra Peter Hotez, si è impegnata a realizzare un vaccino che potesse essere accessibile anche ai paesi più poveri, utilizzando un processo che, da decenni, si usa in tutto il globo per realizzare quello contro l’Epatite B.

In questo modo il farmaco può essere prodotto su una scala larghissima, perché la tecnologia, le fabbriche e il know-how necessari sono già a disposizione dappertutto e a costi ridottissimi.

Quello che ho visto con gli altri vaccini è che, sebbene l’intenzione sia che il mondo intero abbia accesso ad essi, ci sono dei limiti quando si tratta di produzione, stoccaggio e proprietà intellettuale su larga scala. Il nostro vaccino non ha limitazioni. Il nostro vaccino appartiene a tutto il mondo.

Nel suo lavoro, Maria Elena Bottazzi si è ispirata al virologo americano Jonas Salk, che, nel 1953 sviluppò il vaccino contro la polio senza ricavarne alcun introito, proprio come il loro Corbevax i cui studi e processi sono stati pubblicati e resi liberamente fruibili.

Libero da patenti, è stato pensato per ridurre il divario tra Nord e Sud del Mondo.

È già stato autorizzato in India come vaccino di emergenza, a breve si uniranno anche Indonesia, Bangladesh e Botswana.

Per questo motivo Maria Elena Bottazzi si è aggiudicata la candidatura al Premio Nobel per la Pace: l’impegno della coppia di scienziati è stato davvero uno sforzo di cooperazione e partnership internazionale, con uno sguardo disinteressato e generoso al benessere globale.

È stato ribattezzato il vaccino anti Covid-19 per il mondo.
È il primo passo per affrontare la crisi umanitaria in corso, vale a dire la vulnerabilità dei paesi a basso e medio reddito. I vaccini a base di proteine sono stati ampiamente utilizzati per prevenire molte altre malattie hanno un comprovato record di sicurezza e utilizzano economie di scala per ottenere una disponibilità a basso costo in tutto il mondo.
L’iniezione ha un’efficacia superiore al 90% rispetto al coronavirus originario di Wuhan e superiore all’80% per la mutazione Delta. La sua produzione su larga scala, accessibile a«ogni fabbricante che può produrre un vaccino per l’epatite B», sarà possibile a un costo di circa un euro e mezzo per dose, a fronte dei 21 euro del siero di Moderna, dei 15 euro di quello di Pfizer e dei 3 euro di AstraZeneca.
Cobervax è anche halal, quindi adatto all’uso da parte di persone di religione islamica perché non utilizza nessun reagente derivato da animali. È costruito tramite processi sintetici o vegetali.
Si può considerare un regalo all’umanità tutta.
#unadonnalgiorno

You may also like

Maria Bakunin scienziata
scienza

Maria Bakunin

Maria Bakunin è stata una scienziata che ha apportato un importante contributo nell’ambito ...
scienza

Barbara Gallavotti

Barbara Gallavotti (Torino, 21 dicembre 1968) è una biologa, divulgatrice scientifica, autrice televisiva e giornalista italiana. Nata a Torino ma cresciuta ...
Alice Pasquini la street artist italiana più famosa al mondo
arte

Alice Pasquini

Non dipingo su una tela, ma su muri esposti alle intemperie, ai passanti, ...

Comments are closed.

More in attualità