diritti umanimartiriiresistenza

Sahar Khodayari. Morta per aver osato andare allo stadio

Sahar Khodayari morta per essere andata allo stadio

Sahar Khodayari, 29 anni iraniana, lo scorso 12 marzo, andando contro la legge, travestita da uomo, è andata allo stadio a vedere una partita di calcio.

Per colpa di un selfie inviato alla sorella, è stata scoperta e fermata.

Sahar Khodayari è stata accusata di oltraggio al pudore e condannata a sei mesi di reclusione.

La giovane donna, davanti al tribunale di Teheran ha risposto dandosi fuoco, diventando una torcia umana.

Dopo giorni di sofferenze, ricoverata con ustioni al 90% del corpo, Sahar Khodayari è morta.

Dal 1981, alle donne viene vietato l’ingresso negli stadi.

#unadonnalgiorno

You may also like

Comments are closed.