sfidestoria

Valentina Tereshkova. La prima donna nello spazio

Valentina Tereshkova

 Valentina Tereshkova, astronauta sovietica, è stata la prima donna a andare nello spazio a bordo del Vostok 6, nel 1963.

È nata a Bol’šoe Maslennikovo, sul fiume Volga, il 6 marzo 1937 in una famiglia bielorussa. Suo padre venne ucciso durante la seconda guerra mondiale, lasciando la famiglia in gravi difficoltà economiche.  Costretta molto presto a lavorare, era operaia in una fabbrica di pneumatici e successivamente in un’azienda che produceva filo da cucito dove svolgeva funzioni di sarta e stiratrice.

Oltre al lavoro, frequentava corsi serali, si è diplomata nel 1960.

Ma il suo sogno era volare.

Grande ammiratrice di Jurij Gagarin, col desiderio di ripercorrerne le gesta, si candidò più volte per frequentare la scuola per aspiranti cosmonauti. Nel 1962, quando il primo gruppo di donne venne accettato, superò con merito l’esame di assunzione e iniziò il suo addestramento. Del primo gruppo di cosmonaute selezionato, è stata l’unica a volare nello spazio

A bordo di Vostok 6, Valentina Tereškova, il 16 Giugno 1963, a soli 26 anni, venne lanciata dal cosmodromo di Bajkonur per una missione nello spazio durata tre giorni che effettuò 49 orbite terrestri.

Usava il nomignolo Čajka (gabbiano) per i collegamenti via radio.

Comandava la navicella spaziale che il 19 giugno, atterrò nelle vicinanze di Novosibirsk, dove fu festeggiata calorosamente da una folla festante. Dopo 70 ore di assoluta immobilità in assenza di gravità, mal di spazio e un atterraggio disastroso, aveva rischiato la vita, ma l’orgoglio nazionale e la guerra fredda non le hanno consentito di raccontare l’accaduto se non molti anni dopo. Portata in ospedale e rimessa in sesto, venne poi consegnata agli onori della cronaca. Pochi giorni dopo le venne conferito il prestigioso titolo di Pilota cosmonauta dell’Unione Sovietica.

Grazie alla sua impresa raggiunse un’immensa popolarità, venne anche effigiata su un francobollo.

Successivamente, ha frequentato ingegneria all’accademia dell’aeronautica militare.

Nel 1966 è iniziata la sua carriera politica. È stata eletta nel Soviet Supremo e due anni dopo è diventata Presidente del Comitato Donne dell’Unione Sovietica.

Nel 1969 si è ritirata dalla carriera di astronauta.

Nel Comitato Centrale del Partito Comunista, ha ricoperto varie cariche, tra cui quella di Vicepresidente della Commissione per l’educazione, la scienza e la cultura.

Nel 1994 è diventata direttrice del “Centro russo per collaborazione internazionale culturale e scientifica“.

Nel 2011 è stata eletta alla Duma di stato nel partito Russia Unita nel gruppo parlamentare interdipendente per la protezione dei valori cristiani, poi rieletta nel 2016.

Il 7 febbraio 2014 è stata portabandiera alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Sochi 2014.

Conservatrice e ultra religiosa, opinabile la sua azione politica degli ultimi anni. Ha sostenuto Vladimir Putin dal primo istante, è stata fautrice dell’emendamento che ha prorogato il suo mandato presidenziale.

Insignita di numerosi premi e medaglie, è considerata un’eroina dell’Unione Sovietica.

Una valle lunare porta il suo nome.


#unadonnalgiorno

You may also like

Maria Bakunin scienziata
scienza

Maria Bakunin

Maria Bakunin è stata una scienziata che ha apportato un importante contributo nell’ambito ...

Comments are closed.

More in sfide

Lella Lombardi campionessa di Formula 1
esempi

Lella Lombardi

Lella Lombardi è stata la prima e unica donna italiana a conquistare punti ...
Natalia Satz regista russa
sfide

Natalia Satz

Natalia Satz è stata una regista, drammaturga e produttrice russa che ha lasciato ...