femminismipionierescienzastoria

Matilde Montoya

Matilde Montoya prima medica messicana

Matilde Montoya, ginecologa, è stata la prima donna a laurearsi in medicina in Messico, nel 1887.

Ha avuto un ruolo fondamentale nel consolidamento sociale dei diritti delle donne e nei movimenti per l’istruzione e l’occupazione femminile.

Nata a Città del Messico, il 14 marzo 1859, sin da piccolissima, aveva un grande interesse per lo studio tanto che, a 12 anni, aveva già completato l’istruzione primaria.

Incoraggiata a proseguire, soprattutto da sua madre, si iscrisse alla Scuola di Ostetricia, affiliata alla Scuola Nazionale di Medicina, a soli 16 anni aveva già ricevuto il titolo di ostetrica.

Fu, per qualche anno, assistente chirurgica in sala operatoria a Puebla, fino a quando, a discapito di ciò che pensavano sul suo conto alcuni medici dell’epoca che mal sopportavano che una giovane donna avesse un ruolo così importante, superati gli esami di ammissione, nel 1882 venne ammessa alla Scuola di Medicina di Città del Messico.

Per iscriversi all’università, preclusa alle donne, fece di tutto, compreso scrivere una lettera al presidente della repubblica.

Quando si è laureata, prima donna del paese a conseguire tale risultato, il 24 agosto 1887, ha segnato la storia del Messico e della medicina in generale.

Sostenne l’esame per l’abilitazione alla presenza dell’élite messicana, dei massimi esperti della medicina, dei giornalisti e dello stesso presidente Porfirio Díaz che, sostenitore dell’educazione di base delle donne, le aveva concesso una borsa di studio.

Ma, nonostante i suoi voti eccezionali, ebbe molte ostruzioni dai colleghi maschi, che cercarono addirittura di contestarle il titolo.

Di fatto, è stata una pioniera, un grande esempio e incoraggiamento per altre donne, a intraprendere una professione, tradizionalmente dominata dagli uomini.

Ha esercitato brillantemente per tutta la vita, curava tutte le donne, con grande attenzione a coloro che non potevano pagare.

Cofondatrice dell’Associazione Medica messicana, ha fatto parte e diretto numerose organizzazioni in quello che fu un periodo importante per il movimento femminista in Messico.

Il consolidamento di queste comunità nazionali ha spianato la strada al raggiungimento, per le donne, di tanti diritti sociali e politici.

E se oggi in Messico le donne costituiscono oltre il 40% del personale medico e oltre l’80% di quello infermieristico un grande merito va soprattutto alla donna che ha spianato loro la strada.

Matilde Montoya si è spenta a Città del Messico, il 26 gennaio 1939.

Il 14 marzo 2019, nel 160° anniversario della sua nascita Google le ha dedicato un Doodle.

 

 

#unadonnalgiorno

You may also like

Comments are closed.

More in femminismi

Gita Sahgal
diritti umani

Gita Sahgal

Dissentire è umano. Gita Sahgal è una scrittrice, giornalista, regista e attivista per ...
Biancamaria Frabotta
femminismi

Biancamaria Frabotta

Ero considerata troppo donna, troppo femminista, troppo intelligente, troppo viscerale, troppo accademica, troppo ...
Annie Ernaux scrittrice francese
femminismi

Annie Ernaux

Annie Ernaux è forse la più famosa scrittrice francese vivente.  Nella sua carriera ...
Kiki Smith artista femminista
arte

Kiki Smith

Kiki Smith, artista femminista statunitense di origine tedesca, utilizza il corpo umano per ...