attivismodiritti umani

Oleksandra Matviychuk Nobel per la Pace 2022

Oleksandra Matviichuk è l’avvocata e attivista ucraina a capo dell’organizzazione no-profit Center for Civil Liberties che ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2022.

Da anni si sta coraggiosamente battendo contro le politiche repressive attuate in Russia per eliminare dissidenti, attivisti e giornalisti indipendenti.

Ha girato il mondo per denunciare quanto accade nel suo paese invocando la rapida approvazione di una norma di protezione dei diritti umani e di responsabilità individuale nei confronti di chi li calpesta.

Nata a Boiarka l’8 ottobre 1983, ha studiato all’Università Nazionale Taras Shevchenko di Kiev,  dove si è laureata nel 2007.

Nel 2012 è entrata a fare parte del Consiglio Consultivo del Commissario per i Diritti Umani del Parlamento Ucraino. 

Dopo la violenta repressione delle manifestazioni pacifiche in Piazza Indipendenza a Kiev il 30 novembre 2013, ha coordinato l’iniziativa civica Euromaidan SOS per fornire assistenza legale alle vittime, raccogliere informazioni e fornire valutazioni della situazione.

Da allora ha condotto numerose campagne di mobilitazione internazionale per il rilascio di prigionieri di coscienza come la campagna #letmypeoplego e #SaveOlegSentsov per il rilascio di persone detenute illegalmente in Russia, nella Crimea occupata e nel Donbas.

È autrice di numerosi rapporti ai vari organi delle Nazioni Unite, del Consiglio d’Europa, dell’Unione Europea, dell’OSCE e di numerosi ricorsi alla Corte penale internazionale dell’Aia. Ha raccolto una sostanziosa documentazione inerente ai crimini di guerra durante la guerra nel Donbas. 

Numerose le onorificenze internazionali che si sono susseguite per il suo impegno. È stata la più giovane vincitrice del Premio Vasyl Stus nel 2007 per i “risultati eccezionali conseguiti, la chiara posizione civica e la presenza attiva nello spazio culturale ucraino“.

Nel 2015 ha vinto il Premio norvegese Lindebrække per la democrazia e i diritti umani.

L’anno successivo ha ricevuto il Democracy Defender Award of OSCE per il suo “Contributo esclusivo alla promozione della democrazia e dei diritti umani“.

È stata la prima donna a partecipare al programma ucraino Emerging Leaders della Stanford University nel 2017 ed è stata riconosciuta come la donna più coraggiosa del paese dall’Ambasciata degli Stati Uniti.

Il 4 giugno 2021, è stata la prima candidata ucraina nominata nel Comitato delle Nazioni Unite contro la tortura con una piattaforma per limitare la violenza contro le donne in conflitto.

Dopo l’invasione russa dell’Ucraina nel 2022, Oleksandra Matviichuk è apparsa su numerosi media internazionali come una voce importante della società civile e per aver sostenuto la creazione di uno speciale “tribunale ibrido” che indaga sui crimini di guerra e le violazioni dei diritti umani.

Nel settembre 2022, con la sua organizzazione ha vinto il Right Livelihood Award per il lavoro con le istituzioni democratiche ucraine e per la responsabilità per i crimini di guerra. 

In ottobre è stata insignita del Nobel per la Pace condiviso con l’attivista bielorusso Ales Bialiatski e l’organizzazione russa Memorial.

#unadonnalgiorno

 

You may also like

Hebe de Bonafini
attivismo

Hebe de Bonafini

Hebe de Bonafini, attivista argentina, è stata tra le fondatrici dell’Associazione delle Madri ...
Erykah Badu cantautrice statunitense
attivismo

Erykah Badu

Erykah Badu cantautrice e attrice statunitense, è una delle artiste più rappresentative nella ...

Comments are closed.

More in attivismo

Lydia Cacho giornalista messicana
attivismo

Lydia Cacho

Lydia Cacho è una giornalista, scrittrice e attivista messicana che da anni si ...
Norma Cruz
attivismo

Norma Cruz

Trasformiamo il mondo, pensiamo al presente e al futuro dell’umanità. Ponendo fine alla ...
Flavia Agnes avvocata indiana
attivismo

Flavia Agnes

Flavia Agnes è un’avvocata e attivista indiana esperta in diritto matrimoniale e violenza ...
Mina Welby
attivismo

Mina Welby

Ho preso in mano il testimone di mio marito Piergiorgio con la semplicità che ...